Il mio viaggio in giro per Verzegnis, parte dalla Cava di Marmo. Il marmo rosso di Verzegnis viene estratto da una cava a cielo aperto che si estende sul versante nord-est del Monte Lovinzola (quota media 1600 s.l.m). La cava che prende il nome di “Lavoreit Ros“, non è più in attività come un tempo ma a cadenza biennale, nel mese di agosto, si svolge a Sella Chianzutan il “Simposio Internazionale di Scultura sul Marmo Rosso di Verzegnis”. Per chi volesse raggiungerla e godete di una splendida vista, ci sono vari sentieri tutti percorribili. Trovate tutte le indicazioni lungo il percorso, basta solo fare attenzione! Vi consiglio comunque di visitare questi magnifici posti nei mesi primaverili ed estivi per poter godere a pieno del paesaggio e dei colori che la natura ci regala.

La nostra esplorazione per questo piccolo paesino continua: adesso vi porto sul lago di Verzegnis che è facilmente raggiungibile in macchina dall’ abitato di Chiaicis (fate sempre attenzione, ci sono i cartelli!). Questo specchio d’acqua è nato nel marzo del 1957, in seguito alla costruzione della diga che fa da sbarramento al torrente Ambiesta. Vi consiglio di visitarlo in una bella giornata primaverile, dove tutto si colora e rinasce. A far da cornice, lungo il ponte che lo attraversa e lo collega con l’abitato di Pusea, potrete godere della vista del Monte Amariana che si riflette sul lago. Negli anni sessanta-settanta era un luogo molto frequentato e molteplici erano le attività che offriva questo bellissimo angolino di paradiso. Da 11 anni ormai, a fine luglio, viene organizzata una festa che prende il nome di Gnaustock. Noi, ragazzi del Circolo Culturale di Verzegnis vi aspettiamo, state attenti che a breve uscirà la data! 😉

Ma non perdiamoci in troppe chiacchiere, il nostro cammino continua e così arriviamo alla tappa finale di questo saltellare per Verzegnis. Tra le tante bellezze nascoste, ma a disposizione di tutti, possiamo trovare l’Art Park, un museo a cielo aperto di arte contemporanea, unico in Italia. Questo dovrebbe già bastare per incuriosire! Qui troviamo le opere, di grandi e piccole dimensioni, di artisti di fama internazionale che si fondono insieme alla natura circostante. Credetemi sulla parola, è una bellezza camminarci e restare piacevolmente sorpresi di come arte e natura riescano a fondersi insieme, in questa armonia bellissima soprattutto per l’occhio, anche quello più scettico. L’Art Park è visitabile gratuitamente tutto l’anno. Potete anche usufruire delle audio-guide (anch’esse gratuite) che trovate presso l’Antica Osteria Stella d’Oro.

Vi ho portato a spasso per questo paesino, che è pieno di ricchezze, più o meno conosciute. Adesso vi aspetto in giro per Verzegnis o per il mio amato Friuli!

Seguitemi con l’hashtag #AroundCarnia su Facebook e Instagram

{Man frede, cûr cjalt / Mano fredda, cuore caldo}

Barbara Dorigo

(Circolo Culturale Verzegnis “Pio Frezza”)


Alla scoperta della Carnia insieme a Barbara Dorigo del Circolo Culturale di Verzegnis “Pio Frezza”
Ph. © Barbara Dorigo (CCV) – Eva Basso